UNBOXING – my body is a marshland

Andrea D’Arsiè

Il lavoro ricerca possibilità non lineari di rovesciamento e sovversione di un sistema necrocapitalista. In scena si innescano e materializzano virtualità che attraversano il corpo e l’affettività in dialogo con la materia. Ogni corpo/soggettività è una tecnologia, una finzione-costruzione somatica. Appropriandosi in modo sghembo dei mezzi attraverso i quali questa viene prodotta, il progetto desidera affermare una pericolosa, incontrollata germinazione di corpi possibili, di modalità di stare e interagire, andando verso ciò che non è conosciuto. Il lavoro nasce da una prima residenza solitaria nella laguna di Venezia, un ambiente, uno spazio tempo umido, che vive di precari disequilibri fra emersioni e sommersioni, marcescenza e germinazione. La laguna spande dappertutto. Si rigenera come mondo.

Credits

Coreografia Danila Gambettola, Andrea D’Arsiè

Drammaturgia Andrea D’Arsiè

Regia Andrea D’Arsiè

Sound Design Andrea D’Arsiè

Andrea D’Arsiè e Danila Gambettola si conoscono frequentando lo stesso anno della Magistrale in Teatro e ArtiPerformative a IUAV tra il 2019 e 2021. Hanno collaborato in diverse occasioni durante il percorso formativo e nel 2021 sono stati/e performer per Isabel Lewis in O.C.E.A.N.I.C.A (Ocean Space, Venezia). Federico Morini e Andrea si conoscono e lavorano assieme come performer nel 2019 con il debutto di Kiss di Silvia Calderoni e Ilenia Caleo a Santarcangelo Festival. Federico e Danila si conoscono a Venezia mentre Federico comincia a studiare alla magistrale in Teatro e ArtiPerformative, condividendo una parte di formazione.