The Migrant School of Bodies (estratti) – Festival Contaminafro | Fabbrica del Vapore

DSC00994

The Migrant School of Bodies

a cura di Ariella Vidach e Maria Paola Zedda

 

Vincitore di MigrArti – Spettacolo 3° edizione, MiBACT – Spettacolo dal vivo, è un progetto di Ariella Vidach AiEP in collaborazione con Mo ‘O Me Ndama, Studio Azzurro,

MUDEC – Museo delle Culture, che coinvolge donne immigrate di seconda generazione e richiedenti asilo in un percorso di natura laboratoriale, partecipativa e performativa.

Attraverso una didattica sperimentale condotta da artisti

che hanno vissuto personalmente l’esperienza della migrazione – Mike Cooper, Nezaket Ekici, Ariella Vidach, Lazare Ohandja – The Migrant School of Bodies approfondisce l’esigenza espressiva femminile, valorizzando le diverse tradizioni rituali, coreutiche, corporee, come atto di difesa della memoria.

Al centro del progetto il corpo e la coreografia come veicoli di relazione per la costruzione di un nuovo territorio linguistico comune, dove decolonizzare il corpo e viverlo come campo di riscrittura critica e partecipata.