The Migrant School of Bodies (estratti e incontro gli artisti) | Fabbrica del Vapore

DSC00994

The Migrant School of Bodies
a cura di Ariella Vidach e Maria Paola Zedda

Vincitore di MigrArti – Spettacolo 3° edizione, MiBACT – Spettacolo dal vivo, è un progetto di Ariella Vidach AiEP in collaborazione con Mo ‘O Me Ndama, Studio Azzurro, MUDEC – Museo delle Culture, che coinvolge donne immigrate di seconda generazione e richiedenti asilo in un percorso di natura laboratoriale, partecipativa e performativa.

La performance, con la coreografia di Ariella Vidach e la regia di Claudio Prati, intesse i segni nati all’interno di un percorso di laboratori partecipativi rivolti a un gruppo misto di donne, richiedenti asilo e immigrate di seconda generazione. Al centro dell’indagine il corpo, la voce e la coreografia come veicoli di relazione per la costruzione di un nuovo territorio linguistico comune, dove decolonizzare il corpo e viverlo come campo per una riscrittura critica e partecipata.

coreografia: a cura di Ariella Vidach, in collaborazione con i performer
regia: Ariella Vidach Claudio Prati
danzatori: Bintou Ouattara, Mama Tenee Koulibaly, Nadege Okou, Célestine Clémence Ngantonga Ndzana, Joy Ediri, Leonor Navas Riehar
con la partecipazione e assistenza coreografica di Loredana Tarnovschi, Giovanfrancesco Giannini
musiche: Mike Cooper