Presentazione online progetto DANCEtheDISTANCE | Fit Festival – Festival Internazionale del teatro e della scena contemporanea

Data / Ora
04/10/2020
17:00

Luogo
LAC – Lugano Arte e Cultura, Lugano

Description

prova con ita1

Dance the Distance è tra i vincitori del bando Close Distance lanciato da Pro Helvetia durante il lockdown, è un progetto sui nuovi dispositivi per la creazione coreografica e per la presentazione di performance in realtà virtuale e aumentata, che risponde al distanziamento sociale, alla necessità di aggregazione e di contatto tra le persone e per stabilire nuove forme di fruizione dello spettacolo dal vivo. Il progetto crea i presupposti per la costituzione di una compagnia di danza virtuale e per la proposta di una nuova tipologia di evento performativo immersivo off e on line. La presentazione prevede interventi in collegamento con i partner e avverrà on line dallo studio virtuale della compagnia di danza AIEP. I partecipanti potranno assistere alla presentazione del progetto da smartphone, in streaming o immersi con i visori nella realtà virtuale (la piattaforma social di Mozilla Hubs)

PRESENTAZIONE on line del progettoDANCE THE DISTANCE

Iscrizione obbligatoria entro il 3 ottobre scrivendo a: info@fitfestival.ch
A iscrizione avvenuta si riceveranno le istruzioni per partecipare (link)
PARTECIPAZIONE GRATUITA

Crediti

idea e regia Claudio Prati e Ariella Vidach
coreografia Ariella Vidach
danzatori AIEP virtual dance company 
VR ricerca e sviluppo
IntermediaLab/MEETcenter/LCV_FABlab SUPSI 
programmazione VR e Mozilla Hubs
Giovanni Landi (ArchonVR Sagl)
programmazione interattiva max/msp Paolo Solcia, Riccardo Santalucia
programmazione visiva vvvv
Sebastiano Barbieri, Francesco Luzzana
scenografia
Claudio Prati
co-produzione
Avventure in Elicottero Prodotti, Ariella Vidach AIEP / MEETcenter / DiDstudio
in collaborazione/partenariato con
MEET Digital Culture Center/intermediaLAB di Milano (IT), FIT Festival Internazionale del Teatro e della scena contemporanea-Lugano (CH), SUPSI FABLAB di Lugano (CH)
con il sostegno di
  Pro Helvetia Fondazione svizzera per la cultura, DAC Comune di Lugano, MIBAC Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Comune di Milano